Di cibo e di libri: Spaghetti all’assassina (Gabriella Genisi)

Rubrica Di cibo e di libri Ci sono storie che cominciano dalle padelle, come i grandi piatti che raccontano una città. E per preparare degli spaghetti all’Assassina come si deve, occorre che la padella sia rigorosamente in ferro, comprata nel negozio di tegami a Barivecchia. Essendo una divoratrice di gialli, poco tempo fa, ho acquistato…

Di cibo e di libri: Odore di chiuso (Marco Malvaldi)

Rubrica Di cibo e di libri Odore di chiuso di Marco Malvaldi è un libro che merita di esser letto, perché è curioso, divertente, ben scritto; si inserisce perfettamente nel genere del romanzo giallo, con qualche caratteristica appartenente al romanzo storico. Il tema gastronomico c’è ma è ben lungi dal parlare di quei profumi di…

Di cibo e di libri: A neve ferma (Stefania Bertola)

Rubrica Di cibo e di libri Oggi vado a ripescare un libro che ho letto qualche anno fa: A neve ferma di Stefania Bertola, un libro che è ben lontano da essere un capolavoro, ma che all’epoca mi era piaciuto abbastanza, non fosse altro perché aveva il merito di essere uno dei primi ad introdurre…

Di cibo e di libri: Kitchen confidential (Anthony Bourdain)

Rubrica Di cibo e di libri Finalmente posso consigliare un romanzo a sfondo gastronomico senza troppi indugi: Kitchen confidential di Anthony Bourdain non è solo un buon libro o una piacevole lettura, è un ottimo romanzo, avvincente e ben scritto. Volete conoscere i retroscena della carriera del celebre chef americano? Allora mettetevi comodi, prendete Kitchen…

Di cibo e di libri: Ricette immorali (Manuel Vàsquez Montalbàn)

Rubrica Di cibo e di libri Vàsquez Montalban ha una passione smisurata per il cibo, tant’è che l’eroe dei suoi romanzi più conosciuti, il detective Pepe Carvalho, è un insaziabile gourmet e in ogni racconto non mancano ricette che accompagnano le sue indagini e le sue avventure. In questo libro, l’autore accantona per un attimo…

Di cibo e di libri: Gli ingredienti segreti dell’amore (Nicolas Barreau)

Rubrica Di cibo e di libri “La felicità è un cappotto rosso con la fodera a brandelli.” (Julian Barnes) Se fosse stato per il titolo, Gli ingredienti segreti dell’amore, molto probabilmente non l’avrei acquistato, perché quella parola, segreti, accostata ad amore, è ormai onnipresente nei libri di questo genere: sembra proprio essere messa in copertina…

Di cibo e di libri: Il bar sotto il mare (Stefano Benni)

Rubrica Di cibo e di libri Il bar sotto il mare è un insieme di racconti di genere fantastico. Il narratore sta passeggiando in riva al mare quando si accorge di un uomo vestito di nero che si sta avvicinando all’acqua: decidendo di seguirlo, si ritrova all’interno di un bar situato proprio sotto l’acqua del…

Di cibo e di libri: Il salto dell’acciuga (Nico Orengo)

Rubrica Di cibo e di libri Il salto dell’acciuga non è un romanzo: è un saggio, ma anche una narrazione, è la storia di un pesce, un pesce di terra si potrebbe dire, che immerso nel sale valica le montagne per diventare cibo di terra, appunto. Così si pone un’antica questione: perché il piatto principe…

Di cibo e di libri: Le relazioni culinarie (Andreas Staikos)

Rubrica Di cibo e di libri Dimitris e Damocle sono due vicini di casa, che in comune, oltre al palazzo in cui abitano, hanno anche la passione  per la cucina  e per la stessa amante, Nanà. Entrambi cucinano per lei, cercando di conquistare il suo palato esigente, credendo di averla in pugno (ma è lei…

Di cibo e di libri: Un filo d’olio (Simonetta Agnello Hornby)

Rubrica Di cibo e di libri “L’idea era quella di far rivivere la cultura della tavola di casa nostra attraverso le sue ricette, fotografie d’epoca e alcune pagine ‘narrative’ per le quali avrei attinto ai nostri ricordi e ai racconti di mamma.” (Simonetta Agnello Hornby, Un filo d’olio, pag. 11) Libro autobiografico, ambientato a Mosè,…